Introduzione

Il Programma di Previsione e Prevenzione in materia di rischio sismico della Provincia di Macerata oltre che adempiere ad un dovere legislativo, nasce dalla volontà dell'assessore competente - Dr. Silvano Ramadori - che ha accolto la richiesta, emersa in seno al Comitato Provinciale di Protezione Civile, di iniziare a dotare la Provincia di Macerata di una serie di strumenti conoscitivi e programmatori in materia di rischi naturali e antropici.
L'azione programmatoria in materia di rischio sismico, nasce a valle di una
proposta di linee guida per la redazione dei piani di settore elaborata dal Servizio Protezione Civile della Regione Marche. In questa proposta il Responsabile del Servizio regionale invitava le Province marchigiane a dimensionare, in ogni comune, le "necessità prevedibili in termini di superficie delle aree necessarie al ricovero delle persone nel caso di eventi sismici".
Il Comitato Provinciale di Protezione Civile pur riconoscendo la necessità di raccogliere informazioni utili al dimensionamento delle aree di ricovero evidenziava come questa iniziativa, da sola, non potesse esaurire l'azione programmatoria a livello provinciale né tanto meno costituire l'unica azione di un Programma di Previsione e Prevenzione provinciale.
In particolare si è considerato che:
  • un terremoto pone problemi complessivi che non possono essere dimensionati solamente a livello comunale ma devono essere affrontati anche in base a scenari di danno per il complesso del territorio provinciale;
  • una corretta politica di difesa dai terremoti non può prescindere dalla disponibilità di informazioni corrette ed esaurienti sulla natura del fenomeno in genere e sulle caratteristiche della sismicità dell'area d'interesse;
  • l'esperienza passata ha dimostrato che, nell'emergenza sismica, oltre alle conoscenze di carattere generale ricavabili da una ricerca conoscitiva sofisticata sono utili anche strumenti di conoscenza generale (quadro legislativo, links, etc...).
Pertanto si è proposto di integrare la richiesta regionale con le seguenti iniziative:
  • ampliamento dell'azione programmatoria proposta nelle linee guida 'regionali' con una valutazione di massima degli scenari sismici 'provinciali', espressi in termini di popolazione ed edifici coinvolgibili in caso di terremoto;
  • aggiunta all'azione programmatoria di un'azione conoscitiva sul fenomeno terremoto e sulla sismicità del territorio provinciale;
  • completamento del Programma con una appendice legislativa, e collegamenti a siti web di utilità pratica in caso di terremoto.
Il risultante Programma di Previsione e Prevenzione è uno strumento propedeutico ai Piani di Emergenza, prodotto dall'Osservatorio Geofisico Sperimentale di Macerata in ottemperanza alla convenzione stipulata il 4 aprile 2001 con la Provincia di Macerata. Esso raccoglie i dati e le informazioni più aggiornati attualmente disponibili e potrà essere ulteriormente aggiornato in base agli esiti dei futuri studi prodotti dalla comunità scientifica nazionale e delle nuove conoscenze sui dati territoriali (popolazione ed edifici) che via via diverranno disponibili.
Nel corso della redazione del Programma è apparsa evidente la necessità di avviare al più presto un'azione programmatoria di ampio respiro che permetta un rapido scambio di informazioni tra i diversi organi di protezione civile, professionisti, amministrazioni e cittadini.
In questo senso sarebbe auspicabile creare al più presto, ossia senza aspettare la prossima emergenza sismica, un Servizio Provinciale di Protezione Civile, come chiara espressione della volontà politica di preparare preventivamente un ente territorialmente competente alle future emergenze sismiche.